Livio Romano (Nardò, 1968) è laureato in Giurisprudenza, dottore di ricerca in Italianistica, insegna in un CPIA. Considerato da molti critici, giornalisti e letterati una delle voci più originali della narrativa italiana di fine anni Novanta, ha pubblicato i romanzi Mistandivò (Einaudi, 2001), Porto di mare (Sironi, 2002), Niente da ridere (Marsilio, 2007), Il mare perché corre, Diario elementare e Per troppa luce (tutti per Fernandel, rispettivamente nel 2011, 2012 e 2016). Con Per troppa luce è stato finalista al Libro dell’anno 2017 di Fahrenheit Rai Radio 3. Oltre a svariati racconti per antologie, ha scritto per numerose testate e, per la Rai, radiodrammi e reportage. Collabora con la Repubblica, Quotidiano di Puglia e Corriere del Mezzogiorno.

Risultato della ricerca

Pagine: 2 3 4 5 6

Filtra per prezzo