fbpx
Frammenti d'ambra al novilunio

15,00

Descrizione

Il poeta è un solitario chiuso nella sua piccola stanza di parole essenziali. Incolonna i termini, li setaccia e scopre nella sua bisaccia consunta la povertà dell’essere, le difficoltà dell’autenticità nel vortice delle stagioni, ma raccolto nel mantello e nell’ascolto di un attimo di silenzio coglie magicamente il punto fermo, invisibile e potente dal quale tutto è: il mondo e le sue sfere. Il poeta tra il blaterare di tanti, tace tenendo in tasca una sola parola, quella evocatrice, quella preziosa che sa richiamare in un lampo il bello e il terribile, il vero custodito nel grembo della palpitante creazione. E ai versi migliori affida il soffio muto del venticello e l’impeto dell’onda tra i gabbiani.

Piero Fabris

Piero Fabris (Belgio, 1965) è pittore e poeta. Ha pubblicato Gessetti per tratti incerti (1990); Testapersa. Dialogo con Rosaluna (1991); La Rosa dei venti e il segreto del Monterosso (2010); La Masseria delle Cinquanta Lune (2012); Pigmenti D’Arpa. Sistole e Diastole (2013);  Inchiostrati sulla Lama del Rasoio e Voglio togliere l’acqua del mare (2014); Tasselli in macchia arsa e sfumature di contrasto (2016); Fiabe in sassi e salsedine ovvero il Tavoliere di fiabe e cicoria (2017) e del testo teatrale Rosa Hrand… agio; La scogliera dei sogni (2018); La compagnia del melograno (2021). Per Les Flâneurs Edizioni ha curato il testo Chiara Samugheo. Un’amazzone della fotografia (aprile 2017) e Novelle in granuli di sale (2018).

Ti potrebbe interessare ...