fbpx
L’ultimo treno da Kiev

15,00

oppure

Descrizione

Irina è una “badante” ucraina ex professoressa di Lettere. Siamo negli anni di Kučma e il suo paese è allo sbando: i salari sono un miraggio, la corruzione dilaga a tutti i livelli. Madre di una figlia a cui vorrebbe donare un futuro diverso, per procurarsi un passaporto e un viaggio in Italia dovrà passare attraverso un perverso sistema in cui a farla da padrone sono le mafie. Le hanno promesso un lavoro da domestica. È il prezzo da pagare dopo il crollo del Muro di Berlino. L’Ucraina del post comunismo è una “terra di nessuno”, un Eldorado per il capitalismo selvaggio. Irina arriverà da clandestina, in un’Italia dove quelle come lei sono un supporto indispensabile per molte famiglie. L’incontro con Rosa, giornalista femminista e sua datrice di lavoro, la metterà di fronte a un mondo sconosciuto che la storia le ha omesso. La sua rigidità sovietica sopravviverà a questo impatto? Chi sceglierà di diventare Irina: una madre della patria, come voleva la dittatura, o una figlia della libertà?

Una storia di ordinaria umanità. Un romanzo sorprendente, crudo e struggente, che si rivela uno strumento utile per leggere il dramma di un paese la cui tragedia è sotto i nostri occhi.

Stefania Nardini

Stefania Nardini, giornalista e scrittrice, vive tra Marsiglia e Filignano, in Molise. Tra i suoi libri Alcazar, ultimo spettacolo, Jean Claude Izzo. Storia di un marsigliese, La combattente, tutti pubblicati da E/O.

Rassegna stampa

Corriere del Mezzogiorno

Rai Cultura

Il Fatto Quotidiano

Rainews

Il posto delle parole

Letteratitudine

Art a part of culture

Quotidiano di Bari

Famiglia Cristiana

L’indice dei libri del mese – nardini

Io Donna

L’indice dei libri del mese

Il Giornale

Primo Piano

Rai News - Molise

Alibi on line

Crunched

L’Avvenire

Giano Bifronte Critico

Ti potrebbe interessare ...