fbpx
Macerie

Descrizione

Fra le macerie che danno il titolo all’antologia, l’uomo si mostra spoglio, nudo, con le sue debolezze e le sue paure. Le macerie sono quelle di Amatrice, Arquata del Tronto, Pescara del Tronto, Accumoli e Montereale, le città colpite dal terremoto del 24 agosto 2016.Ma nei 18 racconti scritti da 13 autori le macerie sono quelle di persone che hanno vissuto un terremoto emotivo e distruttivo. Sono quelle di chi vive la fine di un amore in modo tragico o di chi affronta un fallimento economico senza una solida risposta dalle istituzioni, o ancora di chi avverte nella precarietà del proprio corpo malato quella dell’anima; o di chi avverte il disorientamento più subdolo per la mancanza di un luogo da chiamare casa.Storie che raccontano di mali irreversibili, di certezze che crollano e della paura che ne consegue. Ma storie che parlano anche di ricostruzioni, di rinascite, di rifondazioni: quella rifondazione di una vita che auguriamo agli abitanti delle città a cui andranno i ricavati dalle vendite di questa intensa, miserabile epica moderna.

 

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Macerie”

Ismaela Evengelsita

Ismaela Evangelista nasce a San Benedetto del Tronto (Ap) il 13 Agosto del 1979. Dopo la maturità classica, nel 2004 si laurea in Psicologia a Indirizzo Clinico e di Comunità presso l’Università La Sapienza di Roma. Svolge il tirocinio formativo nel Supercarcere di Ascoli Piceno e si abilita alla professione. Segue master e corsi di perfezionamento in ambito giuridico-criminologico, partecipando a diversi articoli in manuali del settore e nel 2010 si specializza in Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale. Costantemente impegnata in diversi ambiti di formazione psicosociale, svolge la professione di Psicologa Psicoterapeuta con adulti, bambini e adolescenti in Abruzzo e nelle Marche. É un’avida studiosa della mente psicopatologica, convinta che il disagio psichico e i comportamenti attraverso il quale si manifesta, possono sperare in grandi miglioramenti se ad affiancare il paziente c’é un’amorevole figura di riferimento, con la quale sviluppare il legame di attaccamento che condiziona l’essere umano dalla culla alla tomba. Ha esordito nel 2014 con il romanzo “Uno schiaffo e una carezza” della Butterfly Edizioni.

Ti potrebbe interessare ...